2014: anno del #SocialAdvertising e del Facebook Marketing

Come la pubblicità ha portato alla nascita del Facebook Marketing

Fine anno: tempo di bilanci, anche per quanto riguarda la pubblicità. E puntuali arrivano i dati dallo Iab Forum 2014, che ci fanno sapere che le aziende anche quest’anno (e in misura maggiore rispetto alle aspettative) hanno puntato sull’advertising online, a cui viene destinato in media il 23% del budget. Il comparto della pubblicità digitale guadagna in totale un +12,7% rispetto all’anno scorso ed è trainato dal video e dal social advertising. In particolare, il social advertising cresce del 70% con un giro d’affari che vale quasi 170 milioni di euro. In fin dei conti, lo abbiamo visto sulla nostra pelle: questo è stato l’anno del social advertising. L’anno in cui Instagram e Pinterest hanno iniziato a battere cassa, in cui Twitter si è aperto alle PMI e agli utenti privati, in cui Facebook, a furia di ridurre la visibilità dei post delle pagine aziendali, ha costretto tutti a “tirare fuori la grana”. E, di conseguenza, a iniziare a parlare di Facebook Marketing. Perché ho avuto l’impressione (ditemi anche la vostra) che ci sia stato un cambiamento di punto di vista, come se il pensiero condiviso sia: se uno strumento è gratis puoi permetterti di usarlo a caso; ma dal momento in cui investi, anche solo poche decine di euro al mese, d’un tratto inizi a considerarlo parte del marketing mix. Questa nuova consapevolezza ha cambiato l’approccio delle aziende al social network. Ragionare in termini di Facebook Marketing implica l’utilizzo di risorse qualificate, la formazione di una strategia a monte, la pianificazione dei contenuti e delle campagne pubblicitarie, stabilendone gli obiettivi e misurandone i risultati. E considerando tutti questi aspetti, la pagina aziendale su Facebook smette di essere vista come qualcosa della cui gestione si può occupare chiunque, purché possegga un profilo personale. O almeno spero. Ciò non significa che ci si debba per forza rivolgere a una agenzia, anzi, per avere una comunicazione coerente  è necessario individuare delle risorse interne, che si occupino della gestione della community su Facebook o che coordinino il lavoro dell’agenzia. L’importante è che queste risorse siano formate e aggiornate, soprattutto alla luce delle novità costanti che il team di Manlo Park si diverte a introdurre. Se siete alla ricerca di un corso pratico, per poter gestire la vostra fan page e sfruttare al meglio tutti gli strumenti di promozione che Facebook offre, vi consiglio il corso di Facebook Marketing di Noetica. Qui trovate tutte le informazioni che vi servono.

Riguardo l'autore

Maria Chiara Greco

Web Writing esperta, si occupa di SEO Copy e Social Media Marketing. Collabora con diverse agenzie di comunicazione Web tra le quali Net Propaganda e Noetica.

0 Commenti

Scrivi un commento