Cosa intendiamo per Ufficio stampa 2.0?

Ogni volta che si parla di “avvento del web” e di quanto la tecnologia abbia cambiato le nostre vite, viene da chiedersi com’era prima, trasfigurandosi in vecchi con una copertina sulle gambe tutti presi a rammentare con nostalgia il tempo che fu (ovviamente nella veranda di una casa di riposo in stile colonico).

Com’ era prima lavorare in un ufficio stampa? C’erano tonnellate di carta e telefonate continue, ma per molti aspetti era più semplice di quanto sia oggi (ora ci siamo immedesimati appieno in dei nonni). Con il famoso “avvento del web” tutto si è moltiplicato: i canali comunicativi, i lettori, gli spazi, i referenti. In primis, si è moltiplicata l’importanza di un ufficio stampa, visto che la maggior parte dei consumatori si informa e forma la propria opinione online.

Per emergere e riuscire a comunicare in modo efficace le novità della nostra azienda o cliente è, quindi, impensabile tralasciare il web, ma un’attività di ufficio stampa online ha le sue regole precise. Conoscere il nemico, come Sun Tzu consiglia, è fondamentale. Ed è proprio per questo che tra i corsi di formazione di Noetica non poteva mancare quello dedicato a “Ufficio stampa e PR online”, che terremo giovedì 6 e venerdì 7 marzo, come sempre nella nostra sede di via Rimini 10 a Bologna. Sale in cattedra Sara Mariani, a cui abbiamo chiesto cosa si intende per Ufficio stampa 2.0.

Specifico che non sono così “vecchia” da ricordare con nostalgia a come eravamo –scherza la nostra Sara – tuttavia quando ho iniziato a lavorare si intrattenevano rapporti perlopiù con la stampa tradizionale e con i giornalisti che si occupavano delle versioni online delle testate più importanti. Niente piccioni viaggiatori, però! Con il web 2.0, il web dei contenuti dinamici, ai giornalisti si sono affiancati blogger, opinion leader e comunità virtuali da scovare, monitorare e, soprattutto, con cui interagire”.

Quindi cambiano gli attori?

Non cambiano solo gli attori coinvolti, ma anche la frequenza e i modi con cui coinvolgerli. Un’altra cosa che cambia è il contenuto da proporre sul web. Quando si scrive per il web, che sia un comunicato stampa 2.0 o un post da divulgare sui social network, si devono tenere conto di una serie di fattori, dal SEO al lettore. Per questo abbiamo previsto una serie di esercitazioni da fare durante il corso”.

Chi non può assolutamente perdere questo corso?

Ovviamente, il corso è pensato per gli addetti stampa e i giornalisti ancora legati ai metodi tradizionali o per aspiranti tali, che non possono prescindere da una formazione relativa all’ambiente online. Grande vantaggio potranno trarre dal corso anche i responsabili della comunicazione aziendale, per sfruttare tutte le opportunità di divulgazione che offre il web”.

Non ci resta che ringraziare Sara e darvi appuntamento Giovedì 6 e Venerdì 7 Marzo, nella nostra sede, per il corso “Ufficio Stampa e PR Online. Il ruolo dell’Ufficio Stampa nell’era del web 2.0”.

Riguardo l'autore

Maria Chiara Greco

Web Writing esperta, si occupa di SEO Copy e Social Media Marketing. Collabora con diverse agenzie di comunicazione Web tra le quali Net Propaganda e Noetica.

0 Commenti

    Scrivi un commento