Voucher informatico: un’opportunità per le PMI

#SaveTheDate. Mancano pochi giorni alla scadenza per la presentazione delle domande di contributo nell’ambito del Voucher per la digitalizzazione delle PMI, misura attuata dal Ministero per lo Sviluppo Economico e indirizzata alle piccole e medie imprese che intendono aumentare il proprio livello di informatizzazione. L’agevolazione fiscale, che chiuderà il 9 febbraio, prevede infatti l’assegnazione di “voucher” del valore massimo di 10.000 € (e nella misura massima del 50 per cento del totale delle spese ammissibili) da destinare all’acquisto di hardware, software o servizi di formazione che garantiscano un generale miglioramento dell’efficienza aziendale e una modernizzazione tecnologica e informatica.

Rientrano all’interno degli interventi ammissibili per l’erogazione, ad esempio:

  • i processi di digitalizzazione che favoriscano una gestione flessibile del lavoro, anche attraverso l’applicazione di strumenti tecnologici (telelavoro);
  • lo sviluppo di portali di vendita online (e.commerce);
  • l’adozione della banda larga e ultralarga;
  • la formazione qualificata nel campo ICT del personale interno.

La domanda, presentabile attraverso procedura informatica dedicata, dovrà pervenire al Ministero entro e non oltre le 17 del 9 febbraio: durante i 30 giorni successivi a tale data, il Ministero renderà noti gli esiti e l’indicazione dell’importo prenotato per ciascuna impresa. Da notare, inoltre, che non è attivo alcun tipo di priorità legata alla tempistica di presentazione della domanda e ogni impresa concorre in modo del tutto paritario all’assegnazione, senza vantaggi temporali.

Complessivamente, il Ministero mette così a disposizione 100 milioni di euro che ripartirà in proporzione al fabbisogno di ciascuna impresa beneficiaria. Una volta assegnato, il voucher dovrà essere utilizzato nei 6 mesi seguenti la pubblicazione sul sito istituzionale del Ministero: le spese rientranti nel progetto di efficientamento informatico dovranno pertanto essere sostenute solo successivamente all’erogazione stessa. Qualora l’importo complessivo dei voucher richiesti dalle imprese, per una determinata regione, risulti superiore all’ammontare delle risorse finanziarie disponibili, il Ministero procederà alla ripartizione delle risorse in proporzione alle richieste effettuate dalle singole imprese.

La tua azienda è interessata a partecipare? Contattaci per conoscere i dettagli dell’iniziativa, studiare insieme un progetto di formazione ad hoc e ricevere la consulenza del nostro team di esperti per effettuare la domanda in modo corretto e nei termini previsti.

Riguardo l'autore

0 Commenti

    Scrivi un commento