Ello: 5 cose da sapere sul nuovo anti-facebook

Un social network gratuito contro le piattaforme più blasonate…

C’è chi dice che sostituirà Facebook, altri lo danno già per spacciato. Comunque stiano le cose, pare che il motto di Ello, il nuovo social network, sia proprio “bene o male, purchè se ne parli”.

Ma chi è davvero Ello?

Sviluppato da un manipolo di artisti e programmatori, Ello è un social network gratuito che, come dichiarato nelle prime righe del proprio Manifesto, nasce con l’intento di contrastare i social network più blasonati, in particolare Facebook.

Al momento accessibile solo tramite inviti, questo nuovo social network suscita sempre più interesse e curiosità da parte del popolo digitale.

Ma come mai Ello fa così tanto parlare di sè? Vediamone insieme 5 peculiarità:
  • Assenza di pubblicità: su Ello ogni tipo di pubblicità è vietata, ma non è tutto: stando alle dichiarazioni, il social network non venderà mai i dati e le informazioni dei propri utenti a terzi, per scopi pubblicitari.

  • Tutela della privacy: chiunque acceda ad Ello può indicare di non essere monitorato dagli strumenti analitici di Google, così da poter navigare in anonimato.

  • Condivisione delle informazioni: Ello mostra le informazioni degli utenti agli altri iscritti. Ogni utente può decidere se condividere informazioni come la lingua usata, il luogo di provenienza o il tempo trascorso sulla piattaforma.

  • Nuove funzioni: Ello è attualmente in versione Beta, ma nella sezione Features, sono elencati alcuni aggiornamenti di prossima realizzazione che renderanno il nuovo social network ancora più completo.

  • Come iscriversi: l’iscrizione al social network è possibile da molto tempo, tuttavia per poter partecipare attivamente ad Ello, è necessario ricevere un invito da un altro iscritto o, in alternativa, inviare una richiesta a questo link

Ello: opinioni dal mondo del web

Fior fior di blogger e opinionisti del web si sono espressi sul nuovo social network, tessendone le lodi per il design pulito e minimal, o criticandone la scelta adv-free, decisamente anticonformista nel mondo del web. Su un punto, però, sembrano essere tutti d’accordo: Ello offre funzionalità che nè Facebook, nè Google+ o altri social network possiedono attualmente. Come sottolineato da Riccardo Esposito nel suo articolo, tra formattazione, inserimento di anchor text e caricamento di foto di grandi dimensioni, il mondo di Ello appare più come un agglomerato di micro-blog che una vera piattaforma social. Un incrocio tra Facebook e Twitter che, come suggerito da Enrico Giammarco, non ha molto di diverso da una piattaforma come Google+. Non a caso, anche il social targato Google, aveva fatto la sua comparsa proponendosi come sostituto di Facebook, finendo poi per diventare luogo di ritrovo virtuale per geek ed esperti del settore. Che sia il destino del neonato Ello? Di certo, la sua esclusività nelle modalità di iscrizione, non fa ben sperare. Tuttavia, che piaccia o meno, ogni innovazione è sintomo di un desiderio di cambiamento sociale. E se Ello rappresentasse un voler ritornare alle origini della comunicazione web quando, protetti dai nostri nickname, eravamo liberi di essere chi volevamo?
Ti interessa il mondo dei social? Scopri il nostro corso di social media marketing: guarda il programma e contattaci per maggiori informazioni!

Riguardo l'autore

Giornalista pubblicista, Webwriter e SEO, si occupa di comunicazione e marketing per il web.

0 Commenti

Scrivi un commento