Inbound marketing: la risposta all’evoluzione del consumatore

Il “prosumer” e l’influencer

Agli albori del web 2.0, il consumatore è una specie in via di estinzione. L’evoluzione, spinta dal diffondersi dei social network in particolar modo, porta alla nascita di una nuova specie, che alcuni chiamano prosumer: non solo consumatore (consumer) ma anche produttore di contenuti. Il prosumer, che ha la sua massima espressione nella figura dell’influencer, ha abitudini molto diverse dal suo antenato. La prima cosa che lo differenzia dal consumatore è il modo di comunicare. Gli individui di questa specie sviluppano una spiccata socialità, che dà vita a branchi molto estesi (da qualcuno definiti anche cerchie) e tende a stabilire relazioni con tutto, anche con i brand. Il suo istinto lo porta alla condivisione di ogni esperienza, incluse quelle d’acquisto (cosa che faceva anche il suo antenato ma in misura ridotta). Altra caratteristica che deriva dal suo antenato, il Prosumer è in costante ricerca di informazioni e contenuti. Come novelli Magellano, i prosumer navigano in rete cercando di saziare la loro incontenibile curiosità. In risposta all’evoluzione della specie, anche i brand si sono mossi per adattarsi a questo mutamento. Come? Le aziende, grandi e piccole, stanno cercando di rispondere alle nuove esigenze del prosumer modificando (e integrando) il loro modo di comunicare. Queste modifiche sono state catalogate dagli esperti con il termine “inbound marketing”. L’uso di queste tecniche, a completamento della strategia di web marketing aziendale, permette alle aziende di ottenere ottimi risultati nel confrontarsi con i prosumer. Rispondendo alla curiosità e alla sete di contenuti tipica del prosumer attraverso il content marketing sviluppato attraverso un blog aziendale, per esempio, il brand è in grado di attirare l’attenzione del prosumer. Sempre proponendo contenuti di interesse, l’azienda è in grado di entrare nella sfera sociale del prosumer e di istaurare una relazione con il prosumer e, di riflesso, con tutto il suo branco. Se volete conoscere più a fondo le caratteristiche del nuovo consumatore e il suo ambiente di riferimento e, soprattutto, capire come comunicare con questa specie vi consiglio il master di Noetica di antropo.. ehm volevo dire “Strumenti e tecniche di web marketing”. In sei giornate di formazione, verranno trattati i fondamentali del web marketing e le tecniche principali di inbound marketing. Per ulteriori dettagli visita la pagina dedicata al master.

Riguardo l'autore

Maria Chiara Greco

Web Writing esperta, si occupa di SEO Copy e Social Media Marketing. Collabora con diverse agenzie di comunicazione Web tra le quali Net Propaganda e Noetica.

0 Commenti

    Scrivi un commento